Home / NEWS / Montaggio Porte

Montaggio Porte

Il servizio di montaggio porte è un’attività da svolgere professionalmente dato l’alto costo dell’oggetto in questione.

Le operazioni di montaggio porte come del resto tutte le attività di manutenzione domestica, richiedono frequentemente l’intervento di persone esperte, sia per la complessità strutturale di alcuni tipi di porte, specialmente se si fa riferimento alle più moderne (che conseguentemente fa sì che queste abbiano elevati costi), sia per i rischi quanto all’incolumità fisica specialmente nel caso in cui l’agente sia modicamente attrezzato o poco esperto, visto che queste pratiche necessitano di un elevato numero di utensili per essere portate a compimento.

Montaggio Porte

Inoltre proprio il prezzo alto del prodotto potrebbe diventare un deterrente per chi intende cimentarsi autonomamente nel montaggio, poiché eventuali intoppi durante l’intervento rischierebbero di tradursi anche in danni economici.

Esiste un elevato numero di tipologie di porte, ciascuna plasmata in base al genere di edificio o abitazione presso cui deve essere collocata. Per esempio, è possibile trovare in commercio porte scorrevoli, porte per esterno, porte ad arco, porte a libro, porte per interni, porte a scomparsa, porte a soffietto, porte blindate, porte ingresso, porte a battenti, porte corazzate, porte girevoli, porte a scomparsa ecc.

Le porte per interni” rientrano sicuramente nella categoria più richiesta, non mancano mai nelle comuni abitazioni, e si dividono in due tipi: porte a battenti e porte scorrevoli anche se le battenti incontrano maggiormente i favori dei consumatori grazie alla loro semplicità. Tra le aziende venditrici più importanti si annoverano la Gidea che al momento può essere considerata tra i leader di settore, Berlotto, Lui porte, Flessya, Arredare con porte e finestre, Scarica Umberto e figli, Porte prandi, Portesio, Ebe porte, Scrigno, Garofoli, Cooplegno, Nusco porte, ecc.

Spesso il venditore stesso offre professionisti addetti al montaggio delle porte che provvedono quindi a installare il prodotto nel modo più corretto. In caso contrario, ci si può affidare ad un esperto di fiducia o se si ha un pò di manualità, si può tentare con le proprie risorse specialmente se la porta acquistata non è particolarmente sofisticata, tenendo conto della possibile comparsa degli inconvenienti del caso.

è infatti possibile reperire un vasto numero di manuali sull’argomento, in più ci si può affidare al web che come sempre offre interessanti istruzioni in ogni disciplina. Resta pur sempre il fatto che per le porte con un elevato livello di raffinatezza, risulta più razionale affidarsi all’azienda venditrice per tutte le operazioni di assistenza, nonchè per quelle di montaggio.

Comunque non mancano le aziende che pubblicizzano il fai da te” etichettandolo come il sistema migliore per risparmiare. All’uopo, si servono di tecnici che assistono il cliente stimolandolo quindi ad intervenire pur sempre in maniera prudente sull’articolo acquistato. In più, dispongono di vaste composizioni manualistiche unite a preziose assistenze online. Tali aziende si occupano quindi della vendita dei prodotti necessari a rendere un’abitazione altamente confortevole, che possono riguardare sia l’arredamento necessario, sia gli utensili idonei al montaggio porte o mobilio di vario genere e alla manutenzione di tutti beni che danno vigore e validità ad un’abitazione e fabbricato.

Attualmente l’azienda che sta guadagnando maggiore prestigio nel settore dell’edilizia e nell’incoraggiamento” al fai da te in Europa è la tedesca OBI, che possiede ben 531 negozi di cui 333 in Germania e 198 nel resto del mondo. L’elevato fatturato raggiunto nell’anno commerciale 2007/2008 (ben 5,8 miliardi di Euro), ha stimolato i gestori di tale azienda a sviluppare propositi ambiziosi, infatti si suppone che OBI impianterà altre proprie sedi nell’est europeo anche se attualmente detiene già un elevato numero di collocazioni nell’Europa centrale ed orientale. Nel caso in cui questa azienda riuscisse ad istituire altre sezioni nell’est europeo, potrebbe davvero divenire la leadership del mercato dell’edilizia. In Italia l’OBI conta 42 negozi, collocati principalmente nella zona settentrionale e centrale.